Il PCTFE (Policlorotrifluoroetilene) è uno dei polimeri più utilizzati in vari settori tecnologici grazie alle sue caratteristiche chimico-fisiche, le quali lo rendono particolarmente resistente a una vasta gamma di sollecitazioni interne ed esterne, anche estreme. Scoperto nel 1934 dalla coppia di scienziati tedeschi Schloffer – Scherer della IG Farben, rappresenta una variante del PTFE (politetrafluoroetilene) e se ne discosta a livello di struttura chimica di base per la sostituzione di un atomo di fluoro con uno di cloro. Questo si traduce in un punto di fusione più basso, fissato a 218 gradi Celsius, che costituisce il fondamento delle sue straordinarie proprietà. Tali caratteristiche rendono il PCTFE ideale per applicazioni in settori esigenti come l’alimentare, il criogenico, il farmaceutico, il petrolchimico e l’aeronautico. La sua durezza, resistenza e malleabilità sono il risultato diretto della possibilità di modulare la percentuale di cristallinità del materiale. Questa particolare capacità di adattamento conferisce al PCTFE prestazioni elevate e una forte richiesta nel mercato dell’alta tecnologia e nel campo scientifico. Le caratteristiche che fanno del PCTFE (clorotrifluoroetilene polimerizzato) un materiale cruciale in vari settori industriali e scientifici includono:

  • elevata resistenza alla compressione;
  • stabilità e rigidità sotto stress delle dimensioni;
  • resistenza allo scorrimento a freddo e deformazione minima sotto carico;
  • non infiammabile e bassa permeabilità a fenomeni di degassamento;
  • impermeabilità quasi assoluta tra i -204C e i +193C;
  • resistenza agli agenti chimici e radioattivi.

Come viene lavorato il PCTFE.

È proprio agendo sulla possibilità di alterare la percentuale di cristallinità della molecola per mezzo del controllo del suo raffreddamento, che aziende come TAFER, leader nella lavorazione del PCTFE e del PTFE, realizzano prodotti a disegno e semilavorati; infatti, modificando la consistenza pre-modellamento del materiale grezzo, lo si rende adatto a una delle modalità con le quali verrà creato il prodotto semilavorato o finito.
Le principali metodologie utilizzate per dare forma a un elemento in PCTFE sono:

  • estrusione: la pasta semi-liquida informe di partenza viene fatta passare attraverso una matrice che ne modellerà la forma, per poi procedere al taglio nella lunghezza voluta;
  • stampaggio a iniezione e a compressione, ove nel primo il materiale viene portato allo stato liquido e iniettato, ad alta pressione, dentro il calco, mentre nel secondo, una volta riscaldato fino a raggiungere una consistenza pastosa, si ha la sua compressione all’interno di uno stampo.

La lavorazione del PCTFE interessa parametri come il tempo di resistenza zero (ZST), lo stress residuo e la cristallinità: di norma, lo stampaggio a compressione ha uno ZST più elevato rispetto a quello ottenuto in caso di estrusione e stampaggio a iniezione; uno ZST più alto assicura migliori caratteristiche finali del prodotto.
Le proprietà fisiche che possiede, come quelle relative all’isolamento dagli agenti esterni e la stabilità della sua struttura all’interno di un esteso intervallo di temperature, da –204 a +193 gradi Centigradi, lo rendono un materiale unico e insostituibile per impieghi quali la realizzazione di componenti per procedure criogeniche e/o chimiche; produzione di giunzioni e guarnizioni a disegno; componenti per valvole a uso aerospaziale, elementi di pompe, otturatori, diaframmi e giranti; componentistica di laboratorio utilizzata in vari ambiti; protezione esterna (rivestimento) di valvole per ossigeno e azoto, entrambi in forma liquida.
È importante sottolineare che il PCTFE è biocompatibile e resistente all’esposizione alle radiazioni, caratteristiche che lo rendono particolarmente adatto all’uso nel settore nucleare. Questo include applicazioni mediche e chirurgiche, così come altre aree specializzate che richiedono materiali capaci di sopportare l’esposizione a radiazioni senza degradarsi.

Inoltre, il PCTFE è la base di particolari utilizzi come:

  • il confezionamento, dove viene impiegato quando è presente la necessità di proteggere dall’umidità il contenuto, come nel campo medico e farmaceutico, oltre a quello di quei componenti elettronici che sono sensibili all’umidità e alla corrosione a causa degli ambienti in cui vengono impiegati;
  • elettroluminescenza: le lampade che si trovano in settori come l’aeronautica, l’aerospazio, il militare e anche in applicazioni civili negli edifici, utilizzano pellicole di PCTFE. Queste pellicole sono impiegate per incapsulare il fosforo, assicurando la sua protezione dall’umidità. Il fosforo, una volta eccitato elettricamente, emette luce, e il PCTFE è essenziale per mantenere l’integrità di questo processo.

Perché scegliere TAFER per la lavorazione del PCTFE.

Nel settore della produzione e della manipolazione dei polimeri la rapidità di reazione alle richieste del cliente è la base di un servizio di alto livello, a prescindere dal settore a cui egli appartenga; ne consegue che il possesso di un magazzino come quello di TAFER molto fornito di semilavorati in PCTFE, ma anche in altri materiali come il PEEK e il PTFE, rappresenta una marcia in più per soddisfare in qualsiasi momento e in tempi rapidi tutte le richieste.
Inoltre, elemento distintivo di un’azienda che operi nel settore della lavorazione PEEK e PCTFE, oltre che nella tranciatura dei metalli, è la possibilità del controllo numerico e della realizzazione a disegno, modalità di produzione che garantisce l’estrema aderenza degli elementi semilavorati e finiti alle specifiche fornite in sede di commessa.
Noi di TAFER, un’azienda con radici a Bergamo, siamo un punto di riferimento nel settore dei semilavorati in polimeri PCTFE (KEL-F), grazie alla nostra vasta gamma di competenze. La nostra esperienza, che si estende per oltre tre decenni, ci permette di garantire la massima affidabilità, supportata dalla certificazione UNI EN ISO 9001-2015. La nostra forza risiede non solo nella preparazione tecnica del nostro personale e nell’avanzata tecnologia dei nostri macchinari, ma anche nella profonda conoscenza del settore che ci contraddistingue. Per maggiori informazioni sui nostri prodotti, vi invitiamo a contattarci tramite il nostro sito web.